Manovra, piano di Renzi: “Spero in un accordo di maggioranza blindato”

matteo renzi

Matteo Renzi, nella sua ultima intervista, aveva allontanato l’ipotesi del voto anticipato in quanto significherebbe “consegnare il paese a Matteo Salvini”. Sempre di fronte ai giornalisti, inoltre, aveva ribadito l’importanza dell’elezione di un capo di stato con sovranista. Infine, si era soffermato sui risultato ottenuti dal suo governo. Di nuovo, Renzi torna all’attacco, ma questa volta il suo piano riguarda la Manovra economica. La maggioranza del premier Giuseppe Conte è a rischio: il piano “Italia shock” del leader di Italia viva potrebbe rovesciare i numeri in Parlamento. Vediamo di cosa si tratta.

Manovra, il piano di Renzi

“Vi chiedo a tutti di darci una mano nel piano Italia shock” sono queste le parole con le quali Matteo Renzi si rivolge agli elettori e alle forze politiche. L’obbiettivo è sbloccare 120 miliardi di euro per i cantieri da inserire nella prossima Manovra. Come ricorda il leader di Italia viva: “Ho fatto 3 leggi di bilancio e quella sugli 80 euro. Conosco i numeri, sono pronto a un duello all’americana, in tv o in un centro studi, con chiunque dica che manchino i soldi”.

Riguardo, invece, un possibile avvicinamento a Matteo Salvini, Renzi smentisce, ma se un emendamento del suo partito dovesse essere sostenuto dalle opposizioni non esclude una crisi del governo Conte. “Spero che si possa fare un accordo di maggioranza blindato – ha aggiunto poi Matteo Renzi -. Altri parlano con le opposizioni”.

“Se Quota 100 rimane – conclude infine – è perché lo vogliono Lega e Cinque Stelle. E gli emendamenti alla Manovra presentati dal Pd sono quasi mille, più di quelli della Lega, mentre noi siamo a quota 200. Dunque mi sembra di poter dire che i problemi alla maggioranza non stiano venendo da Italia Viva. Noi portiamo idee, non polemiche; soluzioni, non problemi”.