Manovra, Province: risolvere le criticità ancora aperte

Sav

Roma, 28 nov. (askanews) - Un incontro concreto e operativo, da tenersi prima del termine dei lavori in Senato sulla Legge di Bilancio, indispensabile per porre all'attenzione del Presidente del Consiglio alcune questioni prioritarie e che rischiano di non trovare soluzione. E' la richiesta avanzata dal presidente dell'UPI Michele de Pascale, in una lettera inviata oggi al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, per sottoporre all'attenzione del Capo del Governo le criticità ancora irrisolte.

"Da quanto emerge rispetto ai lavori sulla Legge di Bilancio all'esame in Senato - sottolinea de Pascale - non si stanno risolvendo alcune questioni prioritarie rispetto alla capacità delle Province di assicurare a tutti i cittadini servizi essenziali che spettano loro di diritto. In questi mesi - sottolinea il presidente UPI - abbiamo molto apprezzato la linea adottata dal Presidente Conte e dal Governo di un confronto continuo con le istituzioni locali, sui temi centrali come lo sviluppo, il rilancio degli investimenti o le politiche di promozione della crescita sostenibile. Per questo siamo certi che non si farà mancare la disponibilità ad un incontro, concreto ed operativo come nei nostri costumi, su questioni che impattano direttamente sulla vita delle comunità. Mi riferisco in particolare alla possibilità di superare l'ormai del tutto incomprensibile blocco alle assunzioni di personale delle Province, svuotate dall'esodo imposto nel 2015".

Per de Pascale "si tratta di ricostruire al meglio dell'efficienza strutture strategiche, quali quelle destinate alla progettazione e alle verifiche di sicurezza dei 130 mila chilometri di strade, dei 30 mila ponti e viadotti, delle 7.400 scuole superiori, all'assistenza ai Comuni. Così come alla necessità di completare definitivamente il percorso di annullamento dei tagli iniqui subiti dalle Province con la Legge di stabilità del 2015. Riteniamo poi essenziale - conclude - aprire con il Presidente del Consiglio una franca discussione sull'indispensabile opera di revisione profonda delle norme che interessano le Province, per restituire a questo ente piena stabilità istituzionale, organizzativa ed economica, come indicato dalla Costituzione".