Manovra, Rampelli: Conte come Silvan, sposta risorse non ci sono

Pol/Bac

Roma, 1 ott. (askanews) - "Conte e compagni varano una manovra senza crescita, dei 30 miliardi sbandierati gran parte andranno via per sterilizzare l'Iva e bloccare quelle clausole di salvaguardia inaugurate da Monti e aumentate da Gentiloni. Ancora una manovra in deficit, che aumenta dall'1,45 al 2,2%, alla faccia delle prediche ascoltate un anno fa dal Pd. Il prossimo anno se tutto andrà bene il Pil aumenterà solo dello 0,6 %, cifra insufficiente anche solo per azzerare gli interessi passivi sul debito, mente gli investimenti vengono azzerati e il rilancio strutturale del Sud ricacciato nella gola dei grillini. Si poteva intervenire sulla spesa improduttiva cancellando il reddito di cittadinanza o attivare leve per far ripartire i consumi e riavviare l'industria manifatturiera. E invece no, anche questo governo non finanzierà la crescita. Conte, come Silvan il prestigiatore, sposta risorse che non ci sono creando altro nuovo debito sulle spalle degli italiani. Carta vince, carta perde, alé...". E' quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.