Manovra, Ronzulli (Fi): solo tasse, avvocato popolo consegna parcella

Pol/Vlm

Roma, 22 ott. (askanews) - "Le forze di maggioranza continuano ad annunciare grandi misure e svolte importanti in merito a una manovra di cui non esiste ancora neanche un testo e della quale si sa solo che comporterà un forte aumento della pressione fiscale. Sono invece evidenti le forti frizioni e i litigi continui che chiamano in causa anche il Presidente del Consiglio che, strattonato da tutte le parti, tenta di riprendere in mano le redini di un escutivo che non governa". Lo afferma, in una nota, la vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato, Licia Ronzulli.

"Così, si elogia l'eventuale sterilizzazione dell'aumento dell'Iva - aggiunge -, facendo finta di dimenticare che la previsione dell'innalzamento dell'imposta si era resa necessaria lo scorso anno per finanziare la misura assistenzialistica del reddito di cittadinanza e si glissa sul forte incremento delle tasse che comunque ci sarà, dalle bibite alla plastica, dai tabacchi alla cedolare secca, passando dalla stretta in arrivo per i professionisti e dal tetto per i pagamenti in contanti. Insomma, pur di restare al proprio posto, Conte accetta di danneggiare ulteriormente famiglie e imprese con l'introduzione di nuove imposte e misure liberticide, nel solco della tradizione della sinistra più statalista. L'avvocato del popolo ha consegnato la parcella agli italiani".