Manovra, Smi a Speranza: garantisca salute da nord a sud

Cro-Mpd

Roma, 30 set. (askanews) - "Oggi la Direzione Nazionale del Sindacato Medici Italiani, riunita presso la Sala dell'Enpam di Roma, ha lanciato un appello al Ministro della Salute, Roberto Speranza, affinché la nuova legge di bilancio garantisca la salute dal Nord a Sud del Paese, ripianando le disuguaglianza di salute in Italia e che si apra il confronto con i sindacati dei medici": lo ha dichiarato Pina Onotri, Segretario Generale del Sindacato Smi, all'apertura dei lavori della direzione nazionale del sindacato che guida.

"Siamo molti preoccupati - sottolinea - dagli effetti che la crisi economica e dall'andamento del nostro PIL potrebbero avere sul finanziamento della spesa sanitaria; in questo senso ci auguriamo che il governo garantisca risorse adeguate al Fondo Sanitario Nazionale. Quella delle Risorse finanziarie nella legge di bilancio per far fronte alla carenza di personale medico e sanitario - aggiunge - è una questione affrontata in modo sbagliato da alcune regioni (Veneto in testa) che adottano soluzioni che non condividiamo, come quella dell'assunzione dei medici neo laureati e senza specializzazione. Non si può determinare, per questa strada, una sanità pubblica che abbassa il suo livello di qualità delle prestazioni mettendo a rischio l'efficacia delle cure".

"Il Patto della salute, per queste ragioni, deve puntare, innanzitutto, alla valorizzazione del personale del sistema sanitario nazionale - osserva Onotri - riconoscendone la funzione indispensabile per l'appropriatezza dell'erogazione dei Lea ed adeguando gli stipendi dei medici italiani agli standard europei ". (Segue)