Manovra, spunta una nuova tassa: le novità

Manovra, spunta una nuova tassa: le novità

Tra le misure inserite nella bozza della Legge di Bilancio spunta un nuovo balzello. La manovra, infatti, introduce un’imposta su quelli che vengono definiti "profitti accessori ai consumi di tabacchi": ovvero i filtri e le cartine.

In particolare, ad essere copiti saranno "le cartine, le cartine arrotolate senza tabacco e i filtri funzionali ad arrotolare le sigarette" che saranno "assoggettati ad imposta di consumo in misura pari a 0,005 euro il pezzo contenuto in ciascuna confezione destinata alla vendita al pubblico". Nel caso di una confezione da 50 cartine, quindi, l’aumento sarebbe di 25 centesimi.

VIDEO - 5 domande sulla Manovra

Confermata inoltre la stretta sulle detrazioni per i redditi più alti. Gli sgravi per i redditi oltre i 120 mila euro, si legge nella bozza, vengono ridotti progressivamente. Salta poi la norma che prevedeva la possibilità di usufruire delle detrazioni per spese sanitarie solo con pagamenti effettuati con carte di credito o bonifici.

Sempre nella bozza della manovra si legge che il voucher per gli asili nido raddoppia per i nuclei con Isee fino a 25 mila euro, dagli attuali 1.500 a 3.000 Euro. Il bonus sale a 2.500 euro anche per le famiglie con Isee fino a 40 mila euro mentre rimane fermo a 1.500 Euro per chi supera questa soglia di isee e per tutti rimane parametrato su 11 mensilità.

Uscendo da Palazzo Chigi, è lo stesso Luigi Di Maio a fare chiarezza sulle partite iva: “C’è l'accordo, con l'aliquota al 15 per cento e saltano i vincoli”.

VIDEO - Risparmiare con le azioni e le obbligazioni