Manovra, stangata per famiglie: possibili rincari e taglio detrazioni

Manovra stangata famiglie

Il Consiglio dei Ministri che ieri, martedì 15 ottobre 2019, ha approvato il Documento programmatico di bilancio, ha anche avuto come oggetto la discussione sul Decreto fiscale e sul Ddl di bilancio. Secondo alcuni questi prevedrebbero una manovra disastrosa che potrebbe rivelarsi una stangata per le famiglie

Manovra economica: stangata per le famiglie

Ancora non sono chiari gli esatti provvedimenti che verranno inseriti nella manovra economica, ma molti stanno già ipotizzando dove verranno trovate le coperture per finanziarli. La risposta sembrerebbe essere questa: nelle tasche degli italiani. Da una parte tutti hanno assicurato che l’Iva non aumenterà. Ma dall’altra potrebbero essere diversi i cittadini che vedranno ridotti i denari a loro disposizione, pensionati compresi.

Il governo , hanno assicurato fonti griline, non toccherà Quota 100. Ma chi andrà in pensione non sempre vedrà rivalutato il suo assegno rispetto all’inflazione, come promesso. Il meccanismo di adeguamento pensionistico sarebbe infatti legato alla quantità di denaro percepita. Se non rasenta il minimo, pare ci si dovrà rassegnare a veder correre l’inflazione più veloce della rivalutazione.

Inoltre se l’assegno erogato dall’Inps oscilla tra i 75 e i 100.000 mila euro lordi (4 mila euro al mese), potrebbe essere tagliato in quanto “pensione d’oro“. Con queste condizioni non si avrà nemmeno l’esenzione dal superticket, che anzi per chi ha un reddito medio alto potrebbe aumentare fino a 80 euro. Non solo, non sembra così remota nemmeno l’ipotesi di tassa sulle badanti, che potrebbero vedersi ridotto il loro stipendio andando così a gravare su chi ne sostiene le spese.

Timore anche per la riduzione o l’annullamento delle detrazioni per chi guadagna e ha di più. Una situazione che potrebbe spingere diversi pensionati a recarsi in paesi come il Portogallo, dove al fisco darebbero molti meno soldi.