Manovra: Verducci, 'primo passo per indennità di discontinuità lavoratori cultura'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 21 dic. (Adnkronos) – "C'è un primo passo per riconoscere finalmente il carattere 'discontinuo' dei lavoratori delle arti performative: un Fondo di 70 milioni per il sostegno economico temporaneo (Set) dei lavoratori dello spettacolo. È un primo passo, anche se non ancora sufficiente". Così il senatore Francesco Verducci, vicepresidente della commissione cultura del Senato.

"Sarà fondamentale indirizzarlo, già nelle prossime settimane nel corso della discussione della legge-delega in materia, verso l'istituzione di una vera e propria «indennità di discontinuità» e di misure universali di welfare rivolte a tutte le lavoratrice e i lavoratori, subordinati e autonomi, del settore creativo, dello spettacolo e delle arti performative. Il carattere strutturalmente discontinuo del lavoro nel settore dello spettacolo va riconosciuto a salvaguardia del tempo dedicato allo studio, alla ricerca, all'ideazione, alla preparazione propedeutico alla 'performance' vera e propria".

"Questo di oggi è un primo tassello verso quella che finalmente potrebbe essere una riforma strutturale di cambiamento. Grazie a tutte le forze politiche che stanno portando avanti questa battaglia, che nasce dall'ascolto delle istanze del settore".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli