Tregua armata sulla manovra

HuffPost
(Photo by Jean Catuffe/Getty Images)

Sul tetto del contante e le multe sui Pos si è calciato il barattolo più in là: tutto rinviato al primo luglio, in attesa di trovare un accordo sull’abbassamento delle commissioni. Sui grandi evasori i 5 stelle mettono a segno mezzo punto: le norme ci saranno, ma sempre in quello stesso barattolo, caduto appena un po’ prima: entreranno in vigore “dopo la conversione del decreto fiscale”, e dopo essere passati dalle forche caudine del Parlamento.

È un punto d’intesa tecnico quello raggiunto dai pugili sul ring della manovra. Che lascia insoluti tutti i nodi politici, rinviandoli al prossimo scontro all’arma bianca. La domanda delle domande resta sul piatto: chi dà le carte nel governo? Chi ha il potere in mano? Tra Luigi Di Maio che ha con pervicacia affermato di avere lui e solo lui i voti della maggioranza delle Camere, Giuseppe Conte che ha bacchettato il partito amico rivendicando per sé il ruolo di primus inter pares e Matteo Renzi che sbandiera la sua golden share, non c’è pace, è semplice tregua armata.

La lunghissima giornata si è aperta con un faccia a faccia tra il premier e il capo politico M5s. “Luigi la manovra è scritta, l’abbiamo mandata a Bruxelles”. Il capo del governo, sia pur con toni pacati e in un clima che tutti gli attori in campo definiscono “cordiali”, ha rimbrottato il ministro degli Esteri. “Giuseppe, per noi alcune battaglie, come quella sui grandi evasori, sono irrinunciabili. Non possono non essere nel pacchetto”, la risposta di Di Maio. Un’ora di colloquio in cui si è iniziata a limare l’intesa. Da lì è partita la ricerca di una quadra. Conte ha convocato una serie di tavoli bilaterali. Il presidente e il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri - in un’asse che sembra sempre più essersi consolidato - hanno ricevuto le delegazioni di 5 stelle, Pd, Italia viva e Leu. Raccolte obiezioni e perplessità, hanno cercato il punto di caduta e una proposta che non facesse avvitare la...

Continua a leggere su HuffPost