Mantero (M5S): paese maturo per legge su fine vita, Parlamento no

Ska

Roma, 31 lug. (askanews) - "E' significativo che dopo anni il comitato di Bioetica, che è sempre stato abbastanza conservatore, abbia espresso una maggioranza seppure limitata verso una versione più aperta della tutela dell'autodeterminazione, del diritto della persona a scegliere per se stessa e per l'assistenza al suicidio quando un ammalato è in condizioni di sofferenza inaccettabili. Chiarisce che il Paese è maturo per avere una legge anche se non per l'eutanasia per l'assistenza al suicidio". Lo afferma in un'intervista alla Stampa Matteo Mantero (M5S). "Temo però che Parlamento non sia ancora così. Ci sono ancora politiche molto conservatrici che si oppongono alla libertà di autodeterminarsi. La discussione è aperta alla Camera, e io sono al Senato, ma mi pare che ci siano difficoltà a raggiungere un testo equilibrato".

"Il M5s - prosegue Mantero - ha presentato una proposta che a mio avviso è equilibrataedettagliataei colleghi sono disponibili a ragionare nel merito, ma da centrodestra e Pd non arriva nulla o sono arrivate cose inaccettabili, compresa l'ipotesi di tornare indietro rispetto alle Dat (Disposizioni anticipate di trattamento, ndr), addirittura facendo un passo indietro rispettoa queste tematiche"