Mantova, donna trovata morta in doccia: il cane ha vegliato su di lei per un mese

I Carabinieri hanno scoperto il cadavere assieme al 115
I Carabinieri hanno scoperto il cadavere assieme al 115

Tragedia a Mantova, dove una donna è stata trovata morta nel box doccia in avanzato stato di decomposizione. Il suo decesso risalirebbe a circa un mese prima e, secondo le prime analisi del medico legale, potrebbe essere stato causato dalle alte temperature che da giorni stanno mettendo a dura prova l’intera penisola.

Donna trovata morta in doccia

Nessuno per giorni ha chiesto di lei né si è preoccupato perché nessuno rispondeva alla sua porta di casa. L’allarme dei vicini è scattato solo quando hanno sentito un forte odore provenire dal suo appartamento e, una volta arrivati i soccorritori, è stata fatta la tragica scoperta. L’inquilina, 59 anni, giaceva senza vita all’interno del box doccia mentre il suo cane, denutrito e disidratato ma con ancora la forza di andare incontro ai soccorritori, ha vegliato su di lei per tutti questi giorni.

Il medico legale giunto sul posto ha analizzato il cadavere e ipotizzato che la donna potrebbe essere morta qualche settimana prima del ritrovamento a causa del caldo.

Donna trovata morta in doccia: indagini in corso

Sarà però l’autopsia disposta dal pubblico ministero a confermare nel dettaglio le cause del decesso che sarebbe comunque avvenuto per cause naturali. Sulla porta e nelle finestre della casa non sono infatti stati trovati segni di effrazioni, nulla manca dal suo portafogli né dai cassetti e sul suo corpo non vi sono segni di violenza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli