Mantova, violentata dal branco dopo la discoteca: cinque arrestati

violenza sessuale mantova

I carabinieri di Mantova hanno arrestato cinque ragazzi tra i 18 e i 23 anni con l’accusa di violenza sessuale di gruppo ai danni di una ragazza di 21 anni.

Violentata dopo una serata in discoteca

In base alla ricostruzione dei fatti, lo scorso 23 giugno la ragazza aveva conosciuto un giovane in discoteca da cui aveva accettato, al termine della serata, un passaggio in auto per poter ritornare a casa. Il ragazzo, quindi, ha condotto la 21enne verso la fine del parcheggio del locale, in una zona particolarmente buia ed isolata. A quel punto alcuni complici del giovane hanno percosso la ragazza, rubato il telefonino della povera vittima e caricata su un’automobile per poi abbandonarla dopo 20 chilometri in aperta campagna nel Veronese.

La giovane, in lacrime, è riuscita a raggiungere poco prima dell’alba un bar aperto da dove ha chiamato il padre per chiedere aiuto. Trasportata al pronto soccorso, gli accertamenti hanno confermato che era stata violentata. La ragazza ha quindi denunciato l’accaduto, con i carabinieri che hanno immediatamente avviato le indagini.

Accusati di violenza sessuale di gruppo, lesioni, violenza privata e furto, il gip di Mantova ha disposto che i ragazzi, arrestati dai carabinieri nelle loro abitazioni, siano detenuti nelle carceri di Cremona, Reggio Emilia e Crotone, in quanto sussiste un contingente pericolo di reiterazione del reato. Quattro degli arrestati sono residenti a Cutro, in provincia di Crotone, ma di fatto gravitano nella provincia di Reggio Emilia. Il quinto, invece, è residente a Gussola, in provincia di Cremona. Uno di loro, all’epoca dei fatti, era minorenne.