Manuel Bortuzzo, il racconto al GF Vip: "Sono vivo per 12 millimetri"

·1 minuto per la lettura
(Photo by Elisabetta A. Villa/Getty Images)
(Photo by Elisabetta A. Villa/Getty Images)

"Sono salvo per 12 millimetri". È la confessione shock di Manuel Bortuzzo, promessa del nuoto italiano finché un giorno, il 3 febbraio 2019, non finì in mezzo a una sparatoria in un locale di Roma e il proiettile che gli perforò il midollo gli provocò una paralisi permanente. Oggi Manuel ha 22 anni ed è uno concorrenti della sesta edizione del Grande Fratello Vip. È qui che ha raccontato la sua storia, commuovendo i suoi coinquilini. 

"La prima persona che hanno beccato ero io, che stavo comprando le sigarette, ero la prima persona che potevano vedere. Mi chiedevo se fosse successo davvero, queste cose le vedi nei film", ha detto.

VIDEO - Manuel Bortuzzo: ho una speranza, lavoro duro e vedremo

Quell’incidente ha messo a rischio la sua carriera da nuotatore agonistico, ma i giorni di convalescenza trascorsi in ospedale con persone in condizioni più gravi delle sue gli hanno dato la spinta per riprendersi: 

"Sono ritornato in acqua sin da subito, un mese dopo l’incidente, ma le difficoltà mi hanno costretto a fermarmi per un anno e mezzo. È giusto che la gente capisca che non tutto è immediato, uno deve metabolizzare e deve avere i suoi tempi per fare le cose. Più gli altri ti dicono che devi fare le cose più non le fai. La storia era bella, sarei potuto andare adesso a Tokyo, vincere le Paralimpiadi. Non lo volevo fare. Adesso, da solo, sono tornato in acqua e probabilmente farò Parigi 2024".

VIDEO - Bortuzzo: Rinascere è rialzarsi e uscire fuori con il sorriso

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli