Mara Maionchi replica alle accuse di Arisa: “Chiedo scusa”

mara maionchi

Mara Maionchi ha replicato alle accuse che le ha rivolto Arisa. Il volto di X Factor, intervenuta nella trasmissione radiofonica Miseria e Nobiltà, ha parlato di quanto successo con la cantante e le ha chiesto pubblicamente scusa. Non solo, la produttrice musicale ha anche chiarito quanto detto nel corso del talent di casa Rai.

Mara Maionchi replica ad Arisa

Qualche giorno fa, Arisa ha registrato una serie di Instagram Stories e si è scagliata contro Mara Maionchi. Il motivo che ha spinto la cantante di ‘Sincerità’ a criticare il giudice di X Factor è il giudizio che lei ha dato in merito al suo brano ‘La notte’, ovvero destinata a “donne depresse”. Rosalba Pippa ha tuonato: “Siamo tutti depressi allora visto che è una canzone che vive nel cuore di tutti […] Io, noi, non siamo depressi. Siamo persone non superficiali. Il dolore a volte è necessario per crescere e apprezzare di più la gioia. Questi commenti non me li aspetto da te. Sei una madre, e io potrei essere tua figlia. Datti una regolata, e fai attenzione ai testi delle canzoni prima di parlarne”. La Maionchi, intervenuta nel programma radiofonico Miseria e Nobiltà, ne ha approfittato per chiedere scusa pubblicamente ad Arisa e anche per spiegare meglio il suo ragionamento. Mara ha replicato: “Mi è dispiaciuto molto, mi dispiace. Io non volevo assolutamente. Figuriamoci se mi metto a parlare male di una canzone così bella e così ben cantata da Arisa. L’unica cosa che trovavo un po’ eccessiva è che a cantarla fosse un ragazzo di 17 anni, maschio, che di solito sono più indietro delle donne di quell’età, come maturazione intendo. Il testo non lo trovavo molto adatto a lui nel modo di poterlo raccontare al meglio. La canzone è bellissima e cantata da Arisa in maniera fantastica”. La Maionchi ha chiarito che lei non ha nulla contro il brano di Rosalba, che tra l’altro reputa bellissimo, ma che l’ha visto inadatto per il ragazzo che si è esibito sul palco di X Factor.

Le scuse di Mara

Mara ha proseguito: “Tratta temi importanti come la depressione, la solitudine e per un ragazzino di quell’età si spera non sia ancora nella condizione di provare ciò. Io non ho attaccato nessuno, né lei né la canzone, che sono inattaccabili. Ho solo detto che mi sembrava prematuro per un ragazzo così giovane che fosse già in una condizione di avere dei pensieri e dei perché la notte. Tutto lì. Non c’è dubbio sul fatto che la mia uscita sia stata mal interpretata, ma non potrei mai parlare male dell’esibizione di Arisa su La Notte in generale. Lei è bravissima e la canzone è un grande pezzo per me”. Effettivamente, il brano in questione è pura poesia e criticarlo è un’eresia. La Maionchi ha concluso: “Chiedo scusa se ha mal interpretato le mie parole. Ribadisco: mi sono adeguata solamente al fatto del testo che per un ragazzino così giovane mi sembrava sbagliato. Senza toccare assolutamente La notte, perché è un pezzo bellissimo e lei ha una voce straordinaria. Arisa poi è una bravissima ragazza. Magari le sono state riferite male le mie parole. Mi è parso solo che il giovane non sia entrato nel pieno della canzone”. Insomma, pace fatta? Di certo Rosalba accoglierà le scuse e perdonerà la grande Mara. D’altronde, uno scivolone può capitare a tutti, l’importante è riconoscere i propri errori.