Mara Venier: "È la mia ultima Domenica In, davvero. 70 anni? Sono rimasta la hippy di Campo de’ Fiori"

Silvia Renda
·Collaboratrice Social News
·2 minuto per la lettura
(Photo: Elisabetta A. Villa via Getty Images)
(Photo: Elisabetta A. Villa via Getty Images)

″È l’ultimo anno”. Mara Venier lo ha ripetuto più volte, ma ora non sembra intenzionata alla marcia indietro: dopo questa, non ci saranno altre Domenica In presentate da lei. Lo ribadisce con forza in un’intervista rilasciata a Repubblica.

“Ha ragione ma stavolta è vero, penso seriamente di lasciare. Lavoro da una vita, ho un’età e voglio dedicarmi a Nicola (Carraro, il marito, ndr). Quest’anno con l’emergenza Covid è uno stress: lo studio vuoto, la paura di ammalarmi. Stiamo vivendo un periodo complicato”

Il 20 ottobre Mara Venier compirà 70 anni, ma le norme anti contagio le impediranno di festeggiare in grande.

“Sono settanta, e non me li sento. Sono rimasta la hippy di Campo de’ Fiori, il posto delle fragole. Ma non è un periodo facile, ho paura del Covid. Non potrò festeggiare, quanti bisogna essere a casa? Sei? Otto?”

Di strada ne ha fatta da Campo de’ Fiori, la pizza romana dove aveva un negozio di abiti usati, “Il tempo perso”.

“Nei dodici anni con Arbore ho capito che la tv è improvvisazione e divertimento. Ringrazio Maria De Filippi perché con Tú sí que vales mi sono liberata: ero me stessa. E sono tornata a Domenica in davvero libera: sono quella che sono, non ho più niente da perdere. Ho vissuto nove vite, con dignità. In amore poco fortunata”

Andare in pensione non è il suo obiettivo, ma vuole staccare un po’, per dedicarsi al marito:

Sposata a 17 anni, poi nozze con Gerry Calà per allegria. Avrei voluto sposare Arbore, ma non ci ha mai pensato. Poi è arrivato Nicola, l’amore della vita. Mi sono fatta da sola, ho cominciato col cinema per sbarcare il lunario, senza credere in me.


Continua a leggere l’intervista su Repubblica

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.