Mara Venier si sfoga a Domenica In sui vaccini

·1 minuto per la lettura
mara venier instagram
mara venier instagram

Come d’abitudine nelle ultime settimane Domenica In comincia anche questa volta con uno spazio dedicato al Covid 19 e al problema delle dosi di vaccino mancanti. Mara Venier si sfoga in diretta: “Non ne possiamo più”.

Lo sfogo di Mara Venier

A inizio puntata Mara Venier, che si appresta a discutere del coronavirus con i suoi ospiti in studio, si commuove ricordando uno dei più grandi fotografi italiani, Giovanni Gastel, morto per covid a 65 anni. Poi è il momento di ricordare il re del liscio Raoul Casadei, anche lui deceduto per coronavirus.

“Mi raccomando, vaccinatevi. Arrisavvero questi vaccini, non si può più morire così. Non si può più morire così, scusatemi…”, ha detto piangendo la conduttrice di Domenica In. “Siamo tutti ormai stremati, molto avviliti. Vaccinate, siamo disposti a tutto ma dobbiamo uscire da questa situazione. C’è troppo dolore e questo dolore ci annienta. Io sono qui da un anno in uno studio vuoto, cerco di rassicurare chi mi guarda, sto qui senza pubblico con i miei ragazzi spaventati e impauriti: non ne possiamo più”.

Il problema dei vaccini

Tra gli ospiti di oggi Matteo Bassetti, Pierpaolo Sileri ed Alessandro Sallusti, con i quali Mara Venier ha parlato del problema di AstraZeneca, il vaccino fermato in otto paesi europei per i possibili effetti collaterali. Sileri e Sallusti invitano i cittadini a vaccinarsi senza farsi prendere dal panico, perchè c’è da vincere una guerra contro una pandemia.