Maradona, avvocato infermiera: "Ecco chi lo ha ucciso"

·1 minuto per la lettura
(AP Photo/Gero Breloer)
(AP Photo/Gero Breloer)

''C'erano diversi elementi che facevano pensare che Maradona sarebbe morto da un momento all'altro”. La parole scioccanti sono quelle di Rodolfo Baque, l'avvocato di Dahiana Gisela Madrid, una delle infermiere del calciatore argentino indagata per omicidio colposo. A riportare la notizia è Adnkronos.

La donna, che è stata interrogata nelle scorse ore dai pubblici ministeri, sulla morte del campione di 60 anni ha detto che “i medici non hanno fatto nulla per impedirlo''. In altre parole, secondo l’infermiera, sarebbero stati i medici ad aver ucciso “per negligenza” Maradona.

Maradona è morto per un attacco cardiaco lo scorso novembre all'età di 60 anni, alcune settimane dopo aver subito un intervento chirurgico al cervello per un coagulo di sangue.

Negli scorsi giorni era stato sentito un altro membro dello staff medico che si occupava del Pibe de Oro, l’infermiere Ricardo Almiron. Agli inquirenti aveva dichiarato di non aver abbandonato il suo paziente a una lenta agonia, ma di aver ricevuto l’ordine di non svegliare il campione.

GUARDA ANCHE: Commissione medica, "Maradona lasciato agonizzare": è omicidio doloso?

GUARDA ANCHE: Le figlie di Maradona in tribunale per inchiesta sulla morte

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli