Maratona di Boston, Corte Usa: no pena di morte per attentatore

Lme
·1 minuto per la lettura

Milano, 31 lug. (askanews) - Un tribunale federale statunitense ha ribaltato la sentenza di condanna a morte per Dzhokhar Tsarnaev, l'uomo detenuto dal 2013 per l'attentato alla Maratona di Boston. La Corte di Appello ha disposto un nuovo processo per definire la pena, ritenendo che la precedente giuria non avesse indagato a sufficienza i pregiudizi dei giurati. Secondo la Corte le responsabilità di Dzhokhar Tsarnaev sarebbero inferiori rispetto a quelle del fratello Tamerlan, ritenuto la vera mente dell'attacco terroristico che il 15 aprile 2013 ha prodotto tre vittime e oltre 260 feriti. "Non fraintendete - hanno detto i giudici secondo le agenzie internazionali - Dzhokhar trascorrerà il resto della sua vita in prigione, resta solo da capire se morirà per esecuzione".