Marcello Dell’Utri torna libero: scontata la pena per associazione mafiosa

marcello dell'utri libero

Marcello Dell’Utri ha scontato la sua pena e tornerà libero a partire da martedì 3 dicembre. L’ex senatore di Forza Italia era stato condannato a sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa.

Marcello Dell’Utri libero

Aveva già lasciato il carcere nel luglio del 2018, destinato ai domiciliari per motivi di salute, ma da domani Marcello Dell’Utri potrà tornare definitivamente libero grazie alla scarcerazione anticipata prevista dalla legge. Era il maggio 2014 quando ha varcato le porte del penitenziario di Parma, nella sezione di massima sicurezza, dopo la condanna per concorso esterno in associazione mafiosa. Poco prima dell’emissione della sentenza da parte della Corte di Cassazione, Dell’Utri era fuggito in Libano, da dove è stato poi estradato in Italia. Da Parma, è stato trasferito nelle celle di Rebibbia e da lì ai domiciliari, dopo che i medici hanno espresso preoccupazione per la salute del detenuto, parlando di “rischio di morte improvvisa”.

La trattativa Stato-mafia

Contro l’ex senatore restano però aperti altri due fascicoli. Il primo lo vede imputato nel processo d’appello sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia. La sentenza di primo grado ha condannato Dell’Utri a 12 anni di carcere. Lo scorso 11 novembre Silvio Berlusconi si è presentato in aula, presso il Tribunale di Palermo, dove è comparso come teste per il procedimento sulla trattativa. L’ex premier si è avvalso della facoltà di non rispondere e ha negato il consenso a farsi riprendere nel corso dell’udienza.

L’ex esponente di punta di FI risulta rinviato a giudizio anche per la sottrazione di centinaia di libri antichi, sia a Milano che a Napoli.