Marche, bimbo di 8 anni ancora disperso: il padre racconta la sua disperazione

Marche, bimbo di 8 anni ancora disperso: il padre racconta la sua disperazione. REUTERS/Yara Nardi
Marche, bimbo di 8 anni ancora disperso: il padre racconta la sua disperazione. REUTERS/Yara Nardi

Le Marche sono ancora in preda al dolore e al cordoglio per le inondazioni che hanno ucciso persone e distrutto case e attività commerciali. Tra i dispersi c'è ancora un bimbo, il piccolo Mattia Luconi. E il padre, Tiziano, al 'Corriere della Sera' racconta l'incubo a occhi aperti che sta vivendo da quando ha saputo che il bambino, in quel momento accompagnato solo dalla mamma, è stato trascinato dalla furia dell'acqua.

VIDEO - Nubifragio nelle Marche: continua la ricerca dei dispersi

Mattia e la mamma si trovavano a Contrada Coste, nelle Marche, quando sono stati sorpresi dalla furia della tormenta. Erano le 20:30 di giovedì sera, e la famiglia Luconi si trovava in macchina per tornare a casa, a San Lorenzo in Campo, e raggiungere il padre. Ma l'automobile è stata trascinata via, e poi è stata la volta dello sfortunato bambino di 8 anni. Indelebile per Tiziano resta l'ultima volta che l'ha visto: "Mattia mi ha salutato dal finestrino per tutto il tempo. Non ha smesso di agitare la manina finché l'auto non è sparita dietro la curva", rivela il disperato papà.

LEGGI ANCHE: Bomba d'acqua nelle Marche: il conto di vittime e dispersi

A lanciare l'allarme a Tiziano è stato il cognato: "Mi ha telefonato dicendo che Silvia non era ancora arrivata a casa col bambino. Così sono uscito e ho percorso la stessa strada che avrebbero dovuto fare loro. Quando sono arrivato al ponte di mattoni ho visto tronchi enormi sulla carreggiata e un mare di fango". La donna è una dei tanti feriti delle Marche dopo le distruttive piogge di questa settimana, e attualmente è ricoverata a Senigallia.

Marche, bimbo di 8 anni ancora disperso: il padre racconta la sua disperazione. REUTERS/Yara Nardi     TPX IMAGES OF THE DAY
Marche, bimbo di 8 anni ancora disperso: il padre racconta la sua disperazione. REUTERS/Yara Nardi TPX IMAGES OF THE DAY

Tiziano Luconi ha spiegato che la moglie ha provato invano a stringere Mattia al suo petto, per poi perderlo a causa del meteo letteralmente impazzito che si è abbattuto sulle Marche. "Non ho ancora parlato con lei di quello che è successo, è sconvolta e non è il caso. Ma se ripenso a quei tronchi giganteschi mi crolla ogni speranza di ritrovarlo, è come aver assistito a un bombardamento. Io sento che Mattia è lì dove hanno ritrovato i brandelli della sua felpa, tra il ponte di mattoni e la casa degli animali".

VIDEO - Maltempo da paura nelle Marche, le immagini dei vigili del fuoco lasciano senza parole

Ora l'uomo, 38 anni, sta facendo di tutto per avere la certezza di aver esplorato l'intera zona. "In tre giorni ho dormito un'ora e mezza. Vorrei ribaltare ogni tronco, ogni filo d'erba per ritrovare Mattia. Io devo trovarlo, poi comunque vada sarà con me. Non ho più nulla da perdere, perché la mia vita è quel bambino", ha raccontato Tiziano. Per poi concludere con parole di ottimismo: "Voglio pensare che sia solo svenuto o che si sia nascosto. È un bimbo autistico molto intelligente, potrebbe aver cercato riparo". Le Marche e l'Italia intera, intanto, trattengono il fiato e sperano.