Marche, impiegato 96% risorse fondo Ue sviluppo regionale -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 9 gen. (askanews) - "La questione di presunti ritardi della Regione Marche nasce da un articolo di stampa sbagliato, che ha preso a riferimento una cifra non giusta per valutare l'andamento della spesa, che ci vede tutt'alto in difficoltà ma ai primissimi posti a livello nazionale", ha subito chiarito il presidente Luca Ceriscioli.

"Come tutte le Regioni, anno dopo anno abbiamo obiettivi da raggiungere. Li stiamo conseguendo con un grande lavoro di squadra e con grandissimo impegno. Non è banale certificare la spesa europea e, quindi, rappresentiamo un ottimo esempio. Chi è andato dietro a quel dato non corretto, come il Centro destra marchigiano, in maniera poco riflessiva, dimostra, ancora una volta, di non avere proposte e progetti, ma di captare quello che arriva, senza un minimo di valutazione. Noi, al contrario, vogliamo fare, di questa capacità di lavoro, la testimonianza di un territorio che sta mettendo grande impegno per superare le mille difficoltà che ha vissuto in questi anni", ha aggiunto.

"Lavorare in maniera robusta sui fondi europei significa dare a imprese, istituzione e territorio tante occasioni di sviluppo che non ci facciamo sfuggire, interpretando l'Europa come una visione e uno strumento importante di crescita. La capacita e la volontà della Regione è quella di utilizzare, sempre al meglio, queste risorse", ha detto ancora.

(Segue)