Marche, impiegato 96% risorse fondo Ue sviluppo regionale -3-

Red/Cro/Bla

Roma, 9 gen. (askanews) - Anche l'assessora alle Politiche comunitarie, Manuela Bora, ha parlato di un "bilancio positivo per la Regione Marche. È un risultato di squadra che non va letto solo nei numeri che raccontano la certificazione, ma soprattutto nelle risorse attivate e assegnate ai beneficiari. Risultati positivi che ci devono spronare a fare sempre meglio, con un gioco di squadra espressione di una capacità di saper progettare bandi, condividendoli con il territorio per promuovere una progettualità che parte dal basso".

Ha quindi evidenziato che per stilare una classifica, mettendo a confronto la capacità di spesa delle Regioni, "è necessario tener conto della tempistica di assegnazione delle risorse da parte della Ue perché le risorse stanziate generano spesa solo negli anni successivi alla loro messa a disposizione. Quelle del terremoto sono arrivare nella prima metà del 2018 e non possono essere confrontate con quelle ordinarie trasferite alle Regioni nel 2015".

Nigri ha confermato il "raggiungimento e il superamento dell'obiettivo individuato dalla Commissione Ue. Questo fatto pone la Regione in una posizione di tutto rispetto e confortevole per conseguire il prossimo obiettivo, molto impegnativo, che andremo a verificare alla fine del 2020, pari a 161 milioni. Cominciamo l'anno avendo in tasca spese per 120 milioni di euro: abbiamo realizzato già la maggior parte del lavoro. Tenendo presente questo ritmo di spesa, ritengo che possiamo essere ragionevolmente fiduciosi sul raggiungimento del traguardo di fine anno".

(Segue)