Marche, zona rossa in 4 province su 5

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"La situazione qui è complicata, nelle ultime settimane abbiamo assistito a un'impennata della curva e ci troviamo con 4 province su 5 in zona rossa. La provincia di Ancona lo è da oltre 15 giorni, da sabato in zona rossa anche quella di Macerata". Lo ha detto il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli a SkyTg24.

"Si tratta della recrudescenza della terza ondata - ha aggiunto - che da noi sta avendo un forte impatto sulle strutture sanitarie. Ad Ancona soprattutto e nelle province limitrofe. Sembra in questi ultimi giorni che l'afflusso e la pressione negli ospedali stiano un po' allentando, ma siamo in attesa dell'efficacia delle misure che abbiamo adottato".

"Con il problema delle varianti sono importanti le indicazioni del Cts sulle nuove misure da adottare. La mia opinione è che i provvedimenti debbano essere presi a carattere regionale e provinciale - ha sottolineato - non misure indiscriminate e generalizzate laddove in alcune regioni non c'è necessità".

Quanto ai vaccini, "nelle Marche la campagna vaccinale sta andando bene, con una percentuale alta di somministrazione in base alle consegne. Abbiamo poi siglato un accordo con medici di medicina generale e a breve con le associazioni di categorie, i sindacati, per vaccinare nei luoghi di lavoro. Servono dosi per accelerare e mettere in sicurezza la popolazione il prima possibile".

"Appelli al governo? Darci la possibilità di fare più vaccini e dare ristori a tutte quelle attività che più di tutte stanno pagando le chiusure e che vedono i sacrifici, fatti in tanti anni, compromessi" ha detto il presidente della Regione Marche.