Marchese de Sade: Stato francese vuole rotolo maledetto '120 giornate di Sodoma' (2)

·1 minuto per la lettura
Marchese de Sade: Stato francese vuole rotolo maledetto '120 giornate di Sodoma' (2)
Marchese de Sade: Stato francese vuole rotolo maledetto '120 giornate di Sodoma' (2)

(Adnkronos) – Il manoscritto ha una storia rocambolesca. Acquistato da un collezionista tedesco, rimase in Germania fino al 1929, quando Maurice Heine, incaricato dal visconte Charles de Noailles acquistò il 'rotolo'. La moglie del visconte, Marie-Laure, era una diretta discendente del Marchese de Sade.

Nel 1982 Nathalie, seconda figlia del visconte, prestò il manoscritto ad un amico, Jean Grouet, che poi lo vendette, a insaputa della legittima proprietaria, al miliardario svizzero Gerard Nordmann, celebre collezionista di libri erotici. Al termine della disputa sulla proprietà, finita davanti alla giustizia svizzera, il 'rotolo maledetto' è finito nelle mani del collezionista francese Gerard Lheritier ed è tornato in Francia giusto in tempo per le celebrazioni dei 200 anni dalla scomparsa del 'Divin Marchese' nel 2014

Nel 2017 il 'rotolo maledetto', con altri preziosi autografi letterari – tra tutti il testo originale del "Manifeste du Surréalisme" di André Breton – fu messo in vendita ad un'asta giudiziaria da Drouot a Parigi a causa delle vicende legali che avevano coinvolto il suo ultimo proprietario: il bibliofilo e imprenditore Gérard Lhéritier, presidente del Museo delle Lettere e dei Manoscritti di Parigi, da lui stesso fondato e che ha chiuso i battenti a causa dello scandalo che ha coinvolto la sua società Aristophil, in liquidazione dopo l'accusa di frode in commercio.