Marcinelle, domani delegazione Pd estero e Belgio deporrà corona

Pol/Bac

Roma, 7 ago. (askanews) - "Il Pd a Marcinelle non solo per commemorare i nostri lavoratori emigrati e morti in quella tragica mattina del 1956, ma anche per ribadire oggi che lasciare il proprio paese d'origine non può significare morire, in una miniera o sotto al mare". E' quanto si legge in una nota congiunta del Pd Estero e federazione Pd Belgio. Domani una delegazione della Federazione del Pd in Belgio, guidata da Nadia Buttini, vice-presidente dell'Assemblea PD estero, deporrà le corone della Federazione del PD Belgio e dell'Assemblea del PD Mondo al cimitero dei Caduti alla presenza delle autorità belghe ed italiane.

"L'8 agosto del 1956 nella miniera di carbone del Bois du Cazier - si legge nella nota - si è consumata una tragedia che ha coinvolto 236 minatori provenienti da 12 paesi diversi, dall'Europa e dal Nord Africa. Sono morti belgi, polacchi, olandesi, francesi, maghrebini e russi. L'Italia intera renda omaggio ai nostri 136 connazionali provenienti da molte regioni ( abruzzesi, siciliani, friulani, sardi etc).

(Segue)