Marcinelle, Salvini: no paragoni tra nostri emigrati e clandestini

Pol/Bac

Roma, 8 ago. (askanews) - "Era l'8 agosto 1956. A Marcinelle, in Belgio, un incendio divampato in una miniera di carbone uccise 262 persone, tra cui 136 italiani. E' doveroso non dimenticare e dedicare un pensiero alle vittime, con l'impegno che il lavoro sia sempre più sicuro, e con la speranza che nessuno paragoni i nostri emigranti italiani del passato, i nostri nonni e bisnonni andati a lavorare in tutto il mondo a cui nessuno regalava niente, ai troppi clandestini fatti arrivare in Italia negli ultimi anni e mantenuti a spese degli italiani". Così il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini ricorda la tragedia di Marcinelle di cui oggi ricorre il 63esimo anniversario.