Marco Baldini rivela: "Mai stato ludopatico. Era una copertura"

Marco Baldini ludopatia
Marco Baldini ludopatia

Negli anni scorsi Marco Baldini aveva dichiarato di essere stato affetto dalla ludopatia e che, a causa di questa patologia, aveva contratto ingenti debiti di gioco. Il conduttore radiofonico, nel corso dell’intervento al podcast “One More Time” condotto da Luca Casadei, ha ritratto quanto precedente dichiarato. Baldini ha infatti rivelato di non aver mai sofferto di ludopatia. Questa patologia gli era servita infatti da copertura per qualcosa di particolarmente grave.

Marco Baldini, la rivelazione sulla ludopatia: “Mai stato un vizioso”

Baldini durante il suo incontro ha spiegato come tutto era iniziato: “Un giorno mi dicono che hanno bisogno di investire una cifra più importante per realizzare un complesso immobiliare di case di lusso, io mi consulto con il mio avvocato/commercialista e faccio all-in. Punto tutto, quasi due miliardi di lire, e poco dopo vengo a sapere che queste persone sono state arrestate, perché riciclavano denaro della malavita”.

“Era una copertura per non incorrere in guai peggiori”

Il conduttore radiofonico ha poi proseguito che aveva fatto credere di essere ludopatico. Ha poi aggiunto: “La metà delle persone dirà “nooo” e l’altra metà dirà “sta raccontando delle cagate”. Non sono mai stato un vizioso, non sono mai stato un giocatore compulsivo, o comunque non sono nato così, ho dovuto dimostrare di esserlo per difendermi da cose molto più gravi”.

Infine ha rivelato: “È successo tutto nel 1995, avevo 35-36 anni e ho convinto tutti che mi ero ridotto così a causa del gioco, ma è stata una copertura per non incorrere in guai peggiori, non sono cose che si possono ancora raccontare, tutto quello che mi è successo è colpa mia, è partito tutto da un errore”.