Marco Baldini rivela: "Mai stato ludopatico, ero finito in un giro di malavita"

(DOUBLE RATES APPLY) Italian radio host Marco Baldini smiling. Varese, 2006. (Photo by Giorgio Lotti/Archivio Giorgio Lotti/Mondadori via Getty Images)
Marco Baldini rivela: "Mai stato ludopatico, ero finito in un giro di malavita" (Photo by Giorgio Lotti/Archivio Giorgio Lotti/Mondadori via Getty Images)

Era finito al centro delle cronache per il debito causato dalla ludopatia, un problema che lo avrebbe messo all'angolo e allontanato dai riflettori. Niente più radio né tv: Marco Baldini era finito nell'ombra. Ora ha dato una svolta alla sua vita e, a distanza di anni, svela tutta la verità. I fan sono increduli. Le sue dichiarazioni sono inaspettate.

VIDEO - The Match, Lucarelli vs Baldini sulla ludopatia: "Non sei ancora guarito"

Marco Baldini non era davvero ludopatico. Quella era solo una copertura. A rivelarlo è lo stesso speaker radiofonico, che in un'intervista concessa a Luca Casadei, per il podcast "In One More Time", svela tutta la sua verità sul suo passato.

LEGGI ANCHE: Palermo, sgominata banda di usurai: tra vittime anche Marco Baldini

Il podcast "In One More Time" racconta attraverso i suoi ospiti le rivincite che la vita offre dopo i fallimenti. Per l'occasione anche Marco Baldini ha parlato di sé. Si è detto di tutto sui suoi problemi con il gioco. La verità, tuttavia, sarebbe ben diversa.

"Il gioco è stata una copertura, non sono mai stato ludopatico, l'ho detto perché ero finito in un giro di malavita", ha dichiarato Baldini. A sua detta, si sarebbe trattato di una "montatura" per non trovarsi "in difficoltà con gli inquirenti".

I primi problemi sarebbero iniziati una volta lasciata la sua Firenze. Era arrivato a Milano per lavorare a Radio Deejay e si era convinto che "più soldi hai, più bravo sei". Così cercava di guadagnare sempre di più "e quello è stato il mio primo, grande errore".

Ha raccontato di essere "entrato in un gruppo malavitoso che riciclava soldi sporchi della malavita organizzata". Una società immobiliare all'apparenza molto solida, ma poi è intervenuta la Guardia Di Finanza e ha arrestato i proprietari per riciclo di denaro sporco. L’ultimo investimento di Marco Baldini è stato di 2 miliardi di lire.

Su di sé ha aggiunto: "Non sono mai stato un vizioso, non sono mai stato un giocatore compulsivo o comunque non sono nato così. Ho dovuto dimostrare di esserlo per difendermi da cose molto più gravi. E' successo tutto nel 1995, avevo 35/36 anni e ho convinto tutti che mi ero ridotto così a causa del gioco, ma è stata una copertura per non incorrere in guai peggiori. Non sono cose che si possono ancora raccontare, tutto quello che mi è successo è colpa mia, è partito tutto da un errore".

Le rivelazioni inaspettate non sono ancora finite. Infatti, Baldini ha raccontato di aver persino rischiato di morire: "Mi stavano facendo scavare una buca. Stavo dando il 20% al mese e avevo un miliardo di debiti. Quel mese dovevo trovare 200 milioni che non avevo. Ero dentro la malavita e ho contattato la persona più pericolosa di Milano. Avevo delle marche da bollo da 3 miliardi e dovevo smerciarli per guadagnarci 300 milioni. Ma le marche da bollo erano false e così mi portarono in un campo e mi dissero di scavare perché gli avevo mancato di rispetto. Pensavano che li avessi fregati, ma sono riuscito a convincerli che ero in buona fede, che ero stato truffato anche io".

In poco tempo Baldini aveva dovuto fare i conti con numerosi debiti. "Mi propongono degli affari immobiliari, investo 100 milioni e me ne entrano 140 in poco tempo. Affari legali. Alla fine investo 2 miliardi, ma queste persone vengono arrestate. Non si tratta di droga, ma di cose che non posso dire. Così mi invento la storia del giocatore, che ho giocato 2 miliardi", ha spiegato il famoso speaker.