Marco Baldini a Vieni da Me: “Frizzi mi aveva prestato dei soldi”

Marco Baldini Vieni da me

Marco Baldini ha confessato i disagi vissuti a causa della sua dipendenza dal gioco, e ha rivelato per la prima volta quali furono gli amici a dargli una mano nel momento del bisogno.

Marco Baldini a Vieni da Me

Marco Baldini è tornato a parlare del suo dramma, ovvero il suo passato con la ludopatia, un disturbo caratterizzato dall’ossessione per il gioco. Per lui, come ha spiegato, si trattava delle scommesse con i cavalli: “Per me il telefonino è una tortura. Ero subissato da chiamate, 50 e 60 al giorno. Erano creditori che rivolevano i soldi e io ero terrorizzato. Questo è stato frutto della ludopatia, malattia di cui soffrivo. È una dipendenza patologica riconosciuta, sono dei segnali delle conseguenze di un disagio sociologico più profondo”, ha confessato.

Proprio parlando di quel terribile periodo il dj ha fatto il nome del compianto conduttore Fabrizio Frizzi, il quale gli avrebbe prestato dei soldi nel momento del bisogno: “Ti rendi conto che sei malato quando hai fatto danni. Io ero amante delle corse dei cavalli, scommettevo su quello. Ma voglio dire che non perdete solo i soldi, ma le amicizie, l’amore, il talento, il tempo da dedicare a voi stessi. Io ho sprecato gli affetti e l’opportunità di avere un figlio. In tanti mi hanno aiutato, hanno cercato di darmi un lavoro, mi hanno prestato dei soldi. Linus è uno di loro, Giancarlo Magalli, Fabrizio Frizzi”, ha rivelato. Il celebre conduttore è scomparso a causa di un’emorragia cerebrale nel marzo 2018, e in tanti lo hanno spesso ricordato con parole d’affetto e di ammirazione anche nei mesi successivi alla sua scomparsa.