Marco Bellavia: "Al GF Vip non dormivo, temevo di essere buttato fuori"

Marco Bellavia
Marco Bellavia

Ospite a Verissimo Marco Bellavia ha confessato alcuni retroscena sulla sua partecipazione al GF Vip, sui motivi che lo hanno condotto alla depressione e su cosa si augura per il futuro.

Marco Bellavia: cos’è successo al GF Vip

Dopo alcune settimane in cui ha cercato di riordinare le sue idee il conduttore Marco Bellavia, ospite a Verissimo, ha confessato alcuni retroscena sulla sua partecipazione al GF Vip, che è finita tra grande clamore e con pesanti accuse verso gli altri concorrenti (che avrebbero commesso bullismo ai danni del volto tv).

Il celebre volto tv ha confessato – tra le altre cose – che mentre era al GF Vip avrebbe avuto problemi a dormire e che questo lo avrebbe portato verso un generale stato di ansia. “In quei giorni ho perso sonno, dopo la prima nomination mi sono preoccupato ed è andato peggio. Quello scompenso mi ha fatto sentire fuori dal mondo, così ho fatto e detto cose delle quali non avevo contezza. Man mano sto mettendo insieme i pezzi di ciò che mi è accaduto. I pensieri non si fermavano, non mi riuscito a distrarre con nessuno, temevo di essere cacciato fuori con le nomination e vivevo con grande stress le puntate in diretta che sarebbero arrivate”, ha dichiarato Bellavia che, nei giorni scorsi, ha avuto un confronto anche con i suoi ex compagni d’avventura.

La depressione

In tanti hanno sottolineato come i concorrenti del reality show siano stati insensibili verso gli evidenti problemi di depressione accusati dal conduttore. Lui stesso ha ammesso che avrebbe iniziato ad avere problemi di questo tipo dopo la separazione dalla madre di suo figlio (che all’epoca aveva solamente due anni).

“Non mi sono mai buttato giù fino a quando ho avuto problemi con la mamma di mio figlio, che aveva due anni e mezzo, ed ero senza lavoro, con dei debiti, sono andato in crisi. Lì mi sono chiesto cosa ci facessi ancora su questa Terra. Ho rischiato tanto, ero perso, al buio senza nessun punto di riferimento. Però ho scoperto che la luce esiste sempre”, ha confessato per la prima volta Marco Bellavia.