Marco De Benedetti: "Siamo produttori di informazione di qualità e questo deve restare al centro del nostro lavoro"

ANSA

In un settore dell'editoria ancora in forte sofferenza l'A.d del gruppo Gedi, Laura Cioli, guarda al futuro prossimo con la fiducia di poter mantenere risultati migliori del mercato. La sfida imposta al management dalla "combinazione tra la crisi economica e la rivoluzione digitale in questo mondo" è quella di "continuare a impegnarsi sugli assi che hanno sempre caratterizzato la sua attività: sviluppo dei prodotti" ma anche "razionalizzazioni per preservare la redditività in un mercato difficile", puntando su "ulteriori benefici dall'integrazione con il gruppo Itedi" e sul "rafforzamento della leadership sulle attività digitali". Come per i pilastri Repubblica e L'Espresso dove "all'attività di razionalizzazione si è affiancata una attività di rilancio di entrambi i prodotti". C'è un punto fermo, e lo sottolinea il presidente Marco De Benedetti: "La barra fissa sulla qualità dell'informazione. Alla base siamo produttori di informazione di qualità e questo deve restare al centro del nostro lavoro".

Il gruppo editoriale ha chiuso il primo trimestre 2019 in utile per 2 milioni (rispetto a tre milioni nello stesso periodo del 2018) in un mercato che nei primi due mesi dell'anno ha visto "una flessione importante", -3,6%, rileva Cioli, degli investimenti pubblicitari e -6,5% per i ricavi, in linea con il mercato. Nello stesso giorno l'assemblea degli azionisti ha approvato il bilancio 2018 chiuso, come già noto, con un risultato netto consolidato in perdita, per 32,2 milioni, per l'impatto di poste non ricorrenti. "Sono fiduciosa nel fatto che, nonostante il mercato molto difficile, l'azienda, data la sua capacità di mettersi in discussione e di agire in modo molto rigoroso, sia sul lato dei costi sia in un ossessivo sviluppo dei prodotto, possa confermare la sua buona performance rispetto al mercato anche nei prossimi periodi", ha indicato Laura Cioli agli azionisti, che è stata confermata consigliere dall'assemblea e A.d. dal cda (era stata cooptata...

Continua a leggere su HuffPost