Marco Masini 'Iena per un giorno' con Marcuzzi e Savino, focus su Medio Oriente

·4 minuto per la lettura

Domani a Le Iene il reportage sul conflitto Israelo-Palestinese come chiave di lettura dell'attualità, ma non manca la leggerezza consueta con gli scherzi commentati in studio dalle 'vittime' con Alessia Marcuzzi e Nicola Savino, a partire da quello di cui è stato protagonista il cantautore Marco Masini, 'Iena per un giorno'.

In prima serata su Italia 1, il nuovo appuntamento con 'Le Iene', condotto da Alessia Marcuzzi e Nicola Savino con le voci de la Gialappa’s Band offre ai telespettatori un approfondimento su israeliani e palestinesi. Si ripercorreranno quattro servizi andati in onda durante la trasmissione, dal 2009 al 2019, sulla convivenza tra i due popoli e sulle ragioni dello scontro che purtroppo, non è cessato. Luigi Pelazza era stato in Palestina, nella Striscia di Gaza, e aveva mostrato i tunnel sotterranei clandestini che portavano in Egitto; la Iena aveva spiegato come questi passaggi fossero usati dai palestinesi per contrabbandare merce di ogni tipo, evitando così i controlli e i vincoli imposti dall’esercito israeliano. Nina Palmieri era invece andata a Gaza ed era stata “adottata” per una settimana da una famiglia palestinese che vive nella Striscia; con il loro aiuto, l’inviata aveva raccontato le miserie e le difficoltà a cui sono costretti gli abitanti di quella parte della Palestina e la devastazione lasciata dalla guerra.

Antonino Monteleone era stato in una delle colonie israeliane in territorio palestinese e aveva passato del tempo sia con una famiglia palestinese sia con una israeliana; attraverso le loro testimonianze, l’inviato aveva mostrato quanto profonde fossero le divisioni tra i due popoli, provando a spiegare il perché di queste violenze che durano da oltre 70 anni. Il quarto servizio è quello di Marco Maisano girato a Hebron, in Cisgiordania, città simbolo della durissima convivenza tra israeliani e palestinesi, dove ebrei e musulmani vivono fianco a fianco, divisi da muri e griglie, facendo esperienza dello stesso dolore che la guerra ha portato nelle loro vite. A fianco a tanto odio, però, c’è anche chi si impegna per cercare una possibile soluzione al conflitto.

Tra i servizi anche lo scherzo a Giovanni Galli, ex portiere del Milan e Fiorentina e campione del mondo di Spagna ’82. Le figlie, entrambi complici della Iena Sebastian Gazzarrini, gli faranno credere che la secondogenita Carolina si sia fidanzata con Max Felicitas, giovane pornoattore in cerca di fama e di partecipazioni televisive. Le due ragazze sono certe che il padre non la prenderà molto bene anche perché Carolina e Max fingeranno di essersi ripresi nella loro intimità con il rischio che i video sexy possano finire in qualche casa di produzione di film per adulti. Scoperto lo scherzo organizzato dalle figlie, Galli chiama divertito Riccardo Ferri, anche lui vittima nella scorsa stagione di uno scherzo de Le Iene, in cui il protagonista principale era il medesimo Max Felicitas. In quel caso l'ex calciatore dell'Inter e della Nazionale aveva visto la sua nuovissima Porsche su alcuni siti porno, con all'interno alcune attrici che improvvisavano scene hot tratte dal format “fake taxi”, in cui le ragazze chiedevano un passaggio e saldavano il conto pagandolo con prestazioni sessuali. Il complice in quel caso fu il figlio di Riccardo, Marco.

Gaston Zama mostra le immagini del raduno di oltre 200 persone avvenuto pochi giorni fa a Chivasso (To) per esprimere solidarietà alla signora Rosanna Spatari, titolare di un locale chiuso perché più volte, protagonista di aperitivi “negazionisti” e continue violazioni alle norme anti Covid. Qualche giorno prima infatti al bar La Torteria è stata imposta la chiusura su disposizione del Tribunale di Ivrea, per inosservanza dei decreti del prefetto di Torino. La settimana scorsa la vicenda è diventata nota proprio per via della ribellione della proprietaria che ha dato in escandescenza, cercando di opporsi al sequestro e insultando forze dell’ordine e presenti. Secondo i protagonisti da mesi ci sarebbe in atto un complotto secondo cui il Covid non esiste. Durante le riprese la Iena è stata più volte apostrofata con epiteti poco edificanti e gli è stato chiesto, anche in malo modo, di assoggettarsi ai radunanti togliendosi la mascherina e avvicinandosi a loro. Poco distante dai manifestanti, un gruppo di giovani del posto ha mostrato all’inviato la propria disapprovazione, sottolineando, al contrario della folla, l’importanza del rispetto delle regole.

Marco Masini è la seconda vittima' di uno scherzo: credendo di vestire i panni da Iena per un giorno, in compagnia di Stefano Corti, il cantante metterà alla prova le sue doti da investigatore, e proverà a capire chi si nasconde dietro la richiesta di denaro ai suoi fan. . L’inviato infatti gli farà credere che in giro ci sia un truffatore che chiede dei soldi a nome suo. L’anticipazione è su Iene.it al link: https://www.iene.mediaset.it/video/marco-masini-iena_1054027.shtml. Ideatore de 'Le Iene' e capo-progetto è Davide Parenti. In regia Antonio Monti. Il programma può essere seguito in streaming, anche all’estero, su www.iene.it

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli