Gelida accoglienza. Minniti e Maroni avvertono Salvini sui migranti. L'ex ministro dell'Interno: "Non possiamo essere l'Ungheria del Mediterraneo"

Nel giorno in cui il neoministro dell'Interno, Matteo Salvini, è atteso a Pozzallo, in Sicilia, luogo simbolo degli sbarchi, l'ex titolare del Viminale, Marco Minniti, avverte sui rischi legati a uno stravolgimento del lavoro messo in campo negli ultimi anni, e il governatore leghista della Lombardia, Roberto Maroni, avverte il leader del Carroccio: "Prudenza prima di dire che si rimandano a casa 100mila migranti".

Salvini arriva a Pozzallo con parole e intenti durissimi: "È finita la pacchia per i clandestini", ha detto ieri nel corso di un comizio a Vicenza, dove ha attaccato le ong.

"L'Italia ha sempre coltivato il dialogo tra Est e Ovest, ma non è mai stata un Paese dell'Est al confine con l'Ovest. Non possiamo diventare un'Ungheria al centro del Mediterraneo", afferma Minniti in una lunga intervista al Corriere della Sera in cui chiede a Salvini, di non distruggere l'attuale modello anti-terrorismo e anti-sbarchi.

Ecco come Minniti guarda al nuovo governo e alle politiche sull'immigrazione:

"Quello attuale è "Il governo dell'ignoto, Il contratto, le dinamiche di costruzione della squadra, il profilo politico: tutto dà l'idea di un vuoto davanti a noi" dice Minniti, che evidenzia una "forzatura: Se Salvini e Di Maio decidono tutto, il premier arriva a incontro finito e serve solo per comunicare al capo dello Stato che c'è il governo, allora qui si delinea un punto delicato: il ruolo del presidente del Consiglio. Se il primo atto è un accordo tra capi partito, non c'è nessun cambiamento; c'è il ritorno ad antiche pratiche da pentapartito. Un pentapartito populista".

"Se prometti 50 o forse 100 miliardi di spesa, allora rischi di aver costruito un gigante delle aspettative, con i piedi drammaticamente di argilla. Senza considerare lo slittamento progressivo della collocazione internazionale del nostro Paese", avverte Minniti.

"Non penso solo all'euro. Penso all'idea di società: il pentapartito populista ha un'idea della società chiusa....

Continua a leggere su HuffPost

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli