Marco Morandi, eremita di Budelli, commenta la pandemia

·2 minuto per la lettura
Marco Morandi
Marco Morandi

L’eremita di Budelli, Mauro Morandi, lascerà la sua isola alla fine del mese di aprile per consentire alcuni lavori presso la sua abitazione. Nel periodo di lontananza da Budelli, però, ha deciso di farsi vaccinare contro il coronavirus.

Covid, l’eremita di Budelli e la pandemia

Da circa 32 anni, Mauro Morandi conduce una vita da eremita sull’isola di Budelli, che dovrà lasciare entro la fine di aprile 2021 per consentire al Parco nazionale dell’arcipelago della Maddalena di sanare tutti gli abusi edilizi riscontrati entro i territori che lo compongono.

A questo proposito, l’uomo ha raccontato: “Dovrò andare via, mi hanno detto che devono fare dei lavori nella casa dove vivo. Se ne parla da tempo, ma stavolta sembra siano molto decisi: io vivo qui da solo dal 1989, ora sto cercando un appartamento a La Maddalena, ma vorrei tornare qui appena finiti i lavori”.

L’eremita di Budelli, poi, si è espresso in merito alla situazione internazionale dominata dalla pandemia da SARS-CoV-2, spiegando: “Dall’ultima volta che mi hanno portato la spesa sono passate due settimane. Per me, il lockdown non è una novità perché qui sono quasi sempre solo. L’anno scorso non ho visto nessuno per sei mesi”.

Mauro Morandi, inoltre, ha dichiarato di essere favorevole alla campagna finalizzata a rendere le isole Covid-free, notizia appresa consultando il web. In merito all’iniziativa, infatti, ha affermato: “Sarebbe opportuno vaccinarsi o fare il tampone prima di arrivare sulle isole”.

In relazione al ricorso al mondo online, invece, ha precisato: “Uso solo la connessione Internet e i social. Il tempo poi lo passo a recuperare i moltissimi rifiuti che arrivano dal mare”.

Infine, commentando l’imminente separazione da Budelli, l’eremita Morandi ha asserito: “Vaccinarmi sarà la prima cosa che farò quando andrò a La Maddalena”.