Marco Travaglio attacca Matteo Salvini: “Un uomo in stato confusionale”

travaglio contro salvini

Ospite nella trasmissione Otto e Mezzo su La7, Marco Travaglio ha sferrato un duro attacco contro Matteo Salvini. Infatti, dopo la crisi di governo innescata lo scorso agosto, la caduta dal ruolo di Ministro e la sconfitta elettorale in Emilia Romagna, il leader della Lega “non ne ha più azzeccata una”. Travaglio è convinto che Salvini si trovi in uno “stato confusionale” in quanto da tempo il leghista “sbaglia le mosse“.

Travaglio contro Salvini

“Un conto è la destra, un altro è Salvini”. Ha esordito così Marco Travaglio a Otto e Mezzo, per poi proseguire con un attacco contro Matteo Salvini. “Non da ieri sbaglia le mosse: da agosto sta inanellando una serie di scemenze, da allora direi che non ne ha più azzeccata una“, ha aggiunto. Secondo Travaglio, infatti, “è evidente che (il leader della Lega ndr.) è un uomo in stato confusionale“. Forte del sostegno dei sondaggi elettorali, Salvini era convinto della vittoria in Emilia Romagna e con quest’ultima credeva di mandare al voto gli italiani per rinnovare il governo. Ma le cose non sono andate esattamente in questo modo.

“L’elettorato di destra che è di stomaco forte, di bocca buona e di memoria corta finora ha faticato a rendersene conto, ma ora ha cominciato a rendersene conto. A destra – sostiene ancora Travaglio analizzando la situazione politica all’indomani delle elezioni regionali in Emilia Romagna e in Calabria – c’è un rimescolamento di carte“.

Infine, ipotizza i possibili impatti delle regionali sul governo giallo-rosso: “Basta che (i grillini ndr.) si illudano che il voto in Emilia Romagna sia un voto nazionale, che le conseguenze dell’Emilia Romagna debbano ripercuotersi sul governo, che il Pd non abbia più bisogno di cambiare niente e che i 5 stelle vadano verso l’estinzione senza tentare un recupero”.