Margherita Hack sulla fine del mondo: "Dobbiamo temere il sole o gli asteroidi"

L'astrofisica prova a fare luce sulla vera sorte della Terra

Secondo l’astrofisica Margherita Hack, non è la profezia Maya che la Terra deve temere, ma la morte del Sole, oppure la caduta di qualche grosso asteroide.

Hack ne ha parlato in un’intervista al quotidiano Il Piccolo, provando a smentire tutte le aspettative su un’apocalisse imminente, calcolata dai Maya per il 21 dicembre «Ignoranza e superstizione. Sennò gli astrologi non farebbero tanta fortuna».

Quindi, quali sono i veri rischi per la sopravvivenza della Terra? Innanzitutto, il Sole, che  «non è eterno, ha 5 miliardi di anni e ne vivrà altri 5, poi morirà anche lui». Lo scenario che si prospetterà per il nostro pianeta è questo: «Il Sole finirà le riserve di idrogeno e per non esplodere dovrà espandersi diventando una gigante rossa, che ingoierà incendiandole Mercurio e Venere e lambirà l’orbita della terra che diventerà arida e invivibile, le temperature saranno torride, si morirà subito».

L’alternativa è «la caduta di grossi asteroidi». Uno scenario poco probabile: l’ultimo colpì il nostro pianeta 65 milioni di anni fa, causando l’estinzione dei dinosauri. In questo caso, la caduta «solleverebbe una nuvola di terra tale da oscurare il sole per anni, ma oggi sono tutti tenuti sotto osservazione e potremmo sviarli prima che ci colpiscano».  Insomma,  la vita sulla Terra finirà solo per la morte del Sole o per l’effetto di un grosso asteroide, e non questa settimana in ogni caso.

Video sulla fine del mondo - sfoglia per vedere altri video

Profezia Maya, ecco Cisternino, il borgo pugliese che si salveràCisternino, (TMNews) - Cieli apocalittici sopra Cisternino, in attesa della fine del mondo. Secondo i seguaci del maestro spirituale indiano Babaji, il piccolo borgo pugliese in Val d'Itria, celebre per i trulli e la buona cucina, sarebbe uno dei pochi posti del mondo ad essere risparmiati dall'apocalisse del 21 dicembre 2012 predetta dalla profezia Maya.

Qui, tra le casette bianche, le strade strette e tortuose e i muretti a secco, sorge il centro spirituale Bhole Baba. I seguaci del santone Babji, hanno individuato in questa zona, tra Cisterninio, Ceglie Messapica, Ostuni e Martina Franca, il posto dove salvarsi.

A metà tra il serio e il faceto il sindaco di Cisternino ha dichiarato che la città ha registrato un boom di prenotazioni nei giorni attorno al 21 dicembre. Ma intanto, e forse proprio per questa sicurezza di essere risparmiati dall'apocalisse, la vita a Cisternino sembra andare avanti senza particolari frenesie.

(immagini Afo)

sfoglia per vedere altri video

Pagination

(5 Pagine) | Leggi tutto
Ricerca

Le notizie del giorno