Margiotta: maggioranza unita e compatta sblocca lavori Gronda

Pol/Tor

Roma, 9 ott. (askanews) - "Il testo della mozione approvata pochi minuti fa alla Camera è molto chiaro e impegna il governo ad avviare i lavori per la realizzazione della Gronda di Genova, secondo soluzioni condivise ed avendo come imperativi categorici la sicurezza delle infrastrutture, il miglioramento della viabilità complessiva e la funzionalità dell'opera rispetto alle esigenze di rilancio del sistema produttivo e portuale del territorio secondo modalità ecocompatibili. Nei prossimi mesi, la Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, costruirà un gruppo di lavoro con gli enti locali con l'obiettivo di verificare miglioramenti delle infrastrutture collegate, così da arrivare in tempi ragionevoli alla realizzazione delle opere utili ma anche compatibili con le aspettative del territorio". Lo dichiara in una nota il sottosegretario al Mit, senatore Salvatore Margiotta.

"Si tratta, con ogni evidenza, di una scelta importante di una maggioranza unita e compatta, con cui si certifica la volontà di avviare i lavori di un'opera fondamentale per il rilancio della città di Genova e del sistema Paese. Sono certo che nei prossimi mesi, adottando soluzioni condivise che tengano conto delle diverse sensibilità, daremo il via a un grande piano che sblocchi i lavori e dia al nostro Paese le infrastrutture che merita. L'obiettivo di questo governo sono la crescita e lo sviluppo. E la realizzazione della Gronda rientra in questo piano. Il voto di oggi dimostra come nello scorso governo, il partito dei No, fosse proprio la Lega. E'bastato sostituirlo nell'azione di governo, per sbloccare i lavori di un opera attesa da molto tempo", conclude il sottosegretario Margiotta.