Maria Chiara, morta per overdose: "L'eroina era il suo regalo per i suoi 18 anni"

Adalgisa Marrocco
·Contributor HuffPost Italia
·2 minuto per la lettura
Maria Chiara (Photo: facebook)
Maria Chiara (Photo: facebook)

Maria Chiara se n’è andata a qualche ora dal suo 18esimo compleanno, trovata morta per overdose nel letto di un’abitazione di Amelia, in provincia di Terni. Stando a quanto riportato dal quotidiano Il Messaggero, la dose di droga risultata fatale per la ragazza sarebbe stata “un regalo di compleanno”: a raccontarlo Francesco, il fidanzato di Maria Chiara che ora è indagato per omissione di soccorso.

“Era il regalo che aveva chiesto per il suo compleanno. Per lei era la prima volta”.

Queste le parole pronunciate da Francesco davanti ai carabinieri della caserma di Amelia (Terni), che lo hanno ascoltato per sei ore nel tentativo di ricostruire i dettagli della giornata che il giovane aveva passato con la fidanzata.

Gli vengono notificati l’avviso di garanzia per omissione di soccorso aggravata dal decesso della fidanzata e il verbale di sequestro del suo cellulare [...] È sotto choc e continua a rimproverarsi di aver assecondato il desiderio della ragazza i iniettarsi l’eroina acquistata come regalo di compleanno.

Francesco ha proseguito il racconto:

Confermerà di aver preso con lei il treno per la capitale dalla stazione di Attigliano venerdì mattina e di aver raggiunto uno dei luoghi dello spaccio.

Lì, secondo la ricostruzione riportata dal Messaggero, attorno all’ora di pranzo la coppia si sarebbe iniettata eroina. Poi il ritorno in provincia di Terni. Maria Chiara, che a quanto pare già non stava bene, incontra delle amiche per l’aperitivo mentre Francesco torna a casa.

La tragedia la mattina seguente, il sabato. Il ragazzo si sveglia e chiama la ragazza ma lei non risponde. Tra il momento del probabile malore e la chiamata dei soccorsi fatta col cellulare, Il Messaggero parla di un buco di due ore su cui il ragazzo afferma:

Dirà di aver perso tempo nel tentativo di svegliarla, di averla presa su di peso per portala in bagno, di aver telefonato ad un’amica che fa la volontaria al 118 che gli ha consigliato di chiamare l’ambulanza.

I dettagli sono ora al vaglio dei carabinieri e del pm. Intanto le forze dell’ordine hanno effettuato ispezione nell’abitazione del giovane e lui è stato sottoposto ad analisi. Attesa anche per l’autopsia della giovane Maria Chiara.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.