Maria Pallini e Giovanni Currò, sposi a breve ma già divisi in Parlamento: lei con Di Maio, lui con Conte

Maria Pallini e Giovanni Currò, sposi breve ma già divisi in Parlamento: lei con Di Maio, lui con Conte
Maria Pallini e Giovanni Currò, sposi breve ma già divisi in Parlamento: lei con Di Maio, lui con Conte

Si sposeranno tra pochi giorni ma hanno già divorziato in Parlamento. É la storia di Giovanni Currò e Maria Pallini, due deputati uniti dall’amore e un tempo dalla stessa visione politica che a breve convoleranno a nozze: diciamo “un tempo” perché la scissione del M5S ha fatto sì che uno rimanesse pentastellato e l’altra migrasse al neo gruppo Insieme per il futuro.

Giovanni Currò e Maria Pallini

I due non sono i primi pentastellati e magari non saranno gli ultimi ad aver trovato l’amore grazie alla politica, come successo in passato a Vito Crimi e Paola Carinelli, Matteo Mantero e Silvia Giordano e Riccardo Ricciardi e Gilda Sportiello. La novità rispetto alle altre coppie è però che, a pochi giorni dalle nozze, si è divisa politicamente.

Lui è infatti originario del Lago di Como ed è uno dei fedelissimi di Giuseppe Conte, mentre lei, di Avellino, è una dei 18 campani che hanno seguito il ministro degli Esteri.

“Lavoro e famiglia sono due cose distinte”

A chi gli ha chiesto se questa scelta impatterà anche sulla loro vita privata, Currò ha naturalmente negato: “La pluralità di pensiero è un valore aggiunto di questo Paese. Lavoro e famiglia sono due cose separate“. Non saranno insomma Di Maio e Conte a decretare gli umori dei due parlamentari che si sono conosciuti durante la discussione del decreto legge Dignità e hanno anche un figlio di un mese e mezzo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli