De Maria (Pd): Emilia Romagna non è Umbria, vinceranno riformisti

Rea

Roma, 29 ott. (askanews) - "In Umbria ha vinto una destra molto spostata a destra. Un dato preoccupante che certamente non va sottovalutato. In Emilia-Romagna si gioca un'altra partita". Lo ha detto il deputato del Pd Andrea De Maria, in un'intervista a Radio Radicale, commentando i risultati delle elezioni regionali in Umbria anche in vista delle Regionali emiliane previste a fine gennaio.

"In Emilia Romagna dobbiamo tenere aperto con determinazione il dialogo con i 5 stelle, sapendo che ci sono le condizioni per vincere anche al di là di un eventuale accordo - ha dichiarato De Maria - perché si sceglie il governo migliore partendo dagli ottimi risultati del Presidente Bonaccini. L'Emilia Romagna non è terra di conquista, non dobbiamo accettare l'idea che si consumerà una battaglia per altre ragioni o per altri equilibri. Chi voterà il 26 gennaio sarà chiamato a scegliere chi sarà all'altezza di governare la Regione, interpretandone storia e identità. Io sono convinto che i riformisti siano quelli che sapranno essere in sintonia, intorno a Bonaccini, con i sentimenti e l'intelligenza dei cittadini dell'Emilia-Romagna", ha concluso De Maria.