Marianna Madia: “Renzi? Scelta sbagliata. Virginia Raggi si dimetta”

Marianna Madia Renzi raggi

Le parole di Marianna Madia contro Matteo Renzi e Virginia Raggi agitano la coalizione giallorossa. La portavoce dem si scaglia contro l’ex segretario del Pd e la sindaca di Roma, criticando duramente la scissione operata dal primo e invitando la seconda a lasciare il Campidoglio.

Marianna Madia contro Renzi

Marianna Madia giudica “sbagliata” la decisione di Matteo Renzi di lasciare il Pd per fondare Italia Viva. Con toni simili a quelli usati anche dall’ex Leu Laura Boldrini, la deputata dem ha dichiarato in un’intervista a La Stampa: “Non abbiamo bisogno di piccoli partiti personali, che credo nascano dall’idea che si stia andando verso il proporzionale. Io spero invece in una presa di posizione del Pd per il maggioritario. Ma siamo credibili nel denunciare i partiti personali (come fatto anche dall’ex premier Romano Prodi, ndr) solo se il Pd non è una sommatoria di filiere personali”.

Il problema, spiega l’ex ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, sono le correnti. In esse “fatico a capire i posizionamenti ideali. Sarò forse ingenua, ma la forza del progetto originario del Pd era quello di arrivare a un riformismo radicale attraverso il pluralismo“.

Chieste le dimissioni di Virginia Raggi

Agli occhi di Marianna Madia, Virginia Raggi è “l’ostacolo a qualunque prospettiva di collaborazione a Roma”. Per questo motivo, l’ex ministro ha invitato la sindaca a fare “un passo indietro”, con l’obiettivo di consentire l’instaurazione di un “dialogo tra Pd e M5s a Roma”. C’è chi sospetta che le critiche della deputata dem nascondano il desiderio di candidarsi a prima cittadina di Roma. “Certo che no”, smentisce la Madia. “Ma mi piacerebbe continuare a ridare dignità alla Capitale”.