Marijuana e hashish in casa del trapper DrefGold: arrestato

drefgold

Elia Specolizzi, in arte DrefGold, è nei guai. Il 23 agosto è stato arrestato dalla polizia dopo che nella sua casa a Pero (Milano) sono stati trovati più di 100 grammi di marijuana e hashish e circa 12mila euro in contanti. Per il trapper di 22 anni non è stata applicata la custodia cautelare: il giudice delle direttissime ha predisposto l’obbligo di firma. Il processo nei suoi confronti è previsto per il 12 settembre.

DrefGold arrestato a Milano

DrefGold è uno dei trapper in ascesa in Italia. Nato a Bologna nel quartiere San Vitale nel 1997, Elia Specolizzi è stato il primo a firmare per la neonata etichetta di Sfera Ebbasta e Charlie Charles, BillionHeadz Music Group (BHMG). Il suo primo album “Kanaglia” è uscito nel 2018. Ora la sua carriera è a rischio a causa di un recente avvenimento. Il 23 agosto nella sua casa a Pero (Milano) la polizia ha trovato oltre 100 grammi di marijuana e hashish e circa 12mila euro in contanti. Gli agenti sono intervenuti per perquisire la casa dopo che dei vicini avevano segnalato la presenza di un gruppo di ragazzi rumorosi sotto le finestre della sua villa. Il trapper è stato arrestato, ma il giudice delle direttissime ha deciso di non applicare per lui la custodia cautelare, disponendone l’obbligo di firma. Il processo è fissato per il 12 settembre.“E’ un consumatore di cannabis e la sostanza era per uso personale”: così l’avvocato Niccolò Vecchioni, legale di DrefGold, ha spiegato la presenza della droga e del denaro. “E’ roba mia”: ha spiegato il giovane nell’udienza di convalida alle direttissime il 24 agosto, sottolineando che i soldi trovati in casa sua siano frutto del suo lavoro di musicista.