Marijuana venduta in distributori automatici: Gdf sequestra 14 chili

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 7 set. (askanews) - Blitz della Guardia di Finanza di Milano nei confronti di grossisti che commercializzano prodotti a base di "cannabis light" con con un contenuto di sostanza stupefacente superiore al limite ammesso dalla legge. I finanzieri del Comando Provinciale hanno infatti perquisito in 27 esercizi commerciali con autorizzazione alla vendita di vari tipi di infiorescenze di cannabis light, sequestrando oltre 14 chili di marijuana con un principio attivo superiore ai limiti previsti dalla normativa.

La distinzione fra la marijuana (vietata) e la cannabis light (ammessa in commercio), è data dalla quantità di tetra-idro-cannabinolo (THC), ovvero di quella sostanza che produce effetti psicotropi, contenuta nel prodotto venduto. Un limite che in Italia è fissato allo 0.5%. L'indagine condotta dalle Fiamme Gialle di Melegnano è scattata il 24 marzo scorso, con il sequestro di 9,3 chili di "erba" ripartita in diversi involucri ancora da confezionare e in circa 2000 bustine, pronte per essere immesse sul mercato, e la denuncia di due persone, rappresentanti legali di altrettante società attive nell'hinterland milanese.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli