Marina Berlusconi: sentenza stato-mafia priva di fondamento

Rar

Segrate (MI), 24 apr. (askanews) - La sentenza sulla trattativa stato-mafia "è davvero priva di fondamento: l'Italia non merita di vedere la propria storia riscritta da sentenze come questa". Così Marina Berlusconi, primogenita del Cavaliere, ha commentato la recente sentenza di Palermo. "Quella sentenza, quel verdetto e anche il modo con cui è stata usata per andare contro mio padre con la giustizia non hanno assolutamente niente a che vedere perché la giustizia dovrebbe guardare ai fatti e basarsi sui fatti", ha spiegato, interpellata a margine dell'assemblea di Mondadori.

"I fatti li conosciamo e nel processo non è stato presentato uno straccio di prova", ha detto ancora il presidente di Fininvest, ricordando come l'allora procuratore nazionale antimafia, Pietro Grasso, aveva detto che "sarebbe stato giusto dare un premio ai risultati raggiunti dai governi Berlusconi nella lotta alla mafia". "Questi sono i fatti - ha concluso Marina Berlusconi - adesso sembrano che i fatti non contano più nulla e vengono cancellati dalle strumentalizzazioni e mistificazioni nel piu assoluto diprezzo della verità".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità