Marina Militare, 24 giorni di addestramento: conclusa esercitazione 'Mare Aperto 2021'

·3 minuto per la lettura

Ventiquattro giorni di addestramento in mare, per un totale di circa 4.000 uomini e donne della Marina Militare, di Marine alleate e partner: sono i numeri dell’esercitazione 'Mare Aperto 2021' (Ma21), conclusa nei giorni scorsi, che ha segnato la ripresa del ciclo addestrativo della Marina Militare dopo due anni di interruzione a causa della pandemia.

La più grande esercitazione della Marina ha visto la partecipazione di 21 navi, tra cui 4 di Marine estere (Usa, Francia, Germania, Turchia), un Gruppo Navale delle Forze in prontezza della Nato, tre sommergibili della Marina Militare, quattro velivoli tra AV-8B, P72 e P180 della Marina, 17 elicotteri imbarcati (di cui due dell’Esercito italiano) e velivoli F2000 dell’Aeronautica Militare in supporto alla squadra navale. Erano inoltre presenti quattro osservatori delle Marine estere di Albania, Marocco, Tunisia e Brasile. La squadra navale ha dunque ripreso la condotta del ciclo addestrativo, cimentandosi con un’esercitazione avanzata, dopo due anni di interruzione per il Covid.

I risultati dell'esercitazione sono stati presentati stasera nel corso di un evento a bordo della portaerei Cavour. "Civitavecchia è una delle più importanti città del mare, in questo discorso di rilancio della marittimità nazionale che la Marina Militare ha intrapreso con molta forza soprattutto negli ultimi due anni, vogliamo toccare le principali città di mare con le nostre navi in modo da poter lavorare insieme alla collettività - ha sottolineato l'ammiraglio di squadra Enrico Credendino, comandante in capo della squadra navale - e ricordare a tutti, dagli studenti alla classe politica, che l'Italia è un paese marittimo che vive per il mare e grazie al mare, la cui sicurezza e benessere sono strettamente connessi con il mare. Troppo spesso lo diamo per scontato o ce ne dimentichiamo".

Tra gli obiettivi raggiunti durante l'esercitazione 'Mare Aperto 2021', un team di valutatori di Ukstrikfor ha certificato con esito positivo il Commander of Amphibious Task Forze (Catf) nazionale, che il prossimo anno sarà il Comando in prontezza di proiezione della Nato. Un team di valutatori nazionali ha provveduto alla verifica del livello di prontezza del Commander Landing Force (Clf) nazionale ed è stata verificata la capacità di interoperabilità con assetti di Marine estere di pregio, come Stati Uniti, Francia, Germania e Turchia e con le forze standing di reazione rapida della Nato.

Durante 'Mare Aperto 2021' è stata sviluppata la proficua cooperazione già in corso con Confitarma così come è ripresa la collaborazione con i principali atenei nazionali. Hanno infatti partecipato 45 fra studenti e docenti di nove differenti Università. Il contrammiraglio Massimiliano Lauretti ha raccontato: "'Mare Aperto 2021' è l'esercitazione principale della Marina con la quale si attivano tutte le componenti speciali e specialistiche della Forza Armata per operare in un ambiente realistico, confrontarsi con attività addestrativa impegnativa e su un periodo significativo".

La chiusura con la presentazione dei risultati dell'esercitazione 'Mare Aperto 2021' è stata che l'occasione per lanciare il calendario 2022 della Marina Militare. D odici foto e l'occasione per illustrare, attraverso l’obiettivo del fotografo Massimo Sestini, l’equipaggio della Marina e i suoi mezzi: espressione di componenti operative che consentono il raggiungimento di obiettivi strategici per la sicurezza e la prosperità dell’Italia, proiettando capacità sul mare e dal mare.

Il calendario "parla e racconta la capacità di proiezione, il titolo 'obiettivi e proiezioni' gioca su questo aspetto", ha detto il contrammiraglio Angelo Virdis, capo ufficio Pubblica informazione e Comunicazione della Marina Militare durante la presentazione a Civitavecchia. Attraverso gli scatti viene raccontato "l'insieme pregiato di tecnologia, fattore umano e addestramento" che "consente di concretizzare la capacità portaerei, anfibia e il binomio sottomarini forze speciali cioè gli incursori". Il calendario ha come partner Leonardo e uno scopo benefico in sostegno della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli