Marinangeli: "Lockdown in autunno? Dipende dal nostro comportamento"

·2 minuto per la lettura
Variante delta marinangeli
Variante delta marinangeli

Il primario del reparto di Terapia intensiva dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila Franco Marinangeli ha espresso la necessità di tenere a mente che il virus continua ad essere presente e che la variante Delta può bucare i vaccini: di qui l’esortazione a continuare a rispettare le norme anti contagio.

Marinangeli sulla variante Delta

Intervistato da Marsica Web, l’esperto ha ribadito che “la minaccia di una variante molto contagiosa che buca anche i vaccini non è un fenomeno fantascientifico ma purtroppo, è sulle porte dei nostri territori“. I numeri potrebbero anche essere più alti di queli registrati perché il tracciamento viene attualmente eseguito solo sui casi sintomatici. Nonostante ciò, ha sottolineato, la maggior parte delle persone si comporta come se non esistesse più alcun virus manifestando frequentemente forme di contatto che andrebbero ancora evitate.

Anche perché la variante indiana ha un’elevata contagiosità ed è molto facile da contrarre. Fortunatamente la fascia d’età più vulnerabile è stata vaccinata in gran percentuale, ma va ricordato che raggiunge anche i vaccinati in doppia dose. Costoro hanno un’alta percentuale di contrarre la malattia in forma lieve evitando l’ospedalizzazione, ma essendo positivi possono comunque trasmettere l’infezione ad altri.

Marinangeli sulla variante Delta: si rischia la zona gialla

Quanto al ritorno della sua regione, l’Abruzzo, in zona gialla, Marinangeli ha sottolineato come il rischio sia presente e sotto gli occhi di tutti. L’abbandono della fascia bianca potrebbe avvenire una volta che l’incidenza ogni 100 mila casi avrà superato quota 50. Per ciò che riguarda invece il green pass, ciò che è in vigore in Francia “potrebbe avere un senso“. Pur consapevole che alcune persone potrebbero leggerla in modo negativo in termini di libertà individuale, secondo lui è necessario salvaguardare la salute dei cittadini e delle persone fragili.

Marinangeli sulla variante Delta: nuovo lockdown in autunno?

Marinangeli ha infine invitato i cittadini alla responsabilità senza far finta di essere fuori dal’emergenza, altrimenti sarà inevitabile pagarne le conseguenze e tornare a vivere con le restrizioni. Anche perché, ha concluso, il virus non crea danni soltanto ai pazienti contagiati, ma anche a quelli non contagiati: “non ricordate gli ospedali pieni di ottobre, nei quali non pazienti con altre gravi patologie come i malati oncologici, non potevano entrare perché c’era il pericolo di contagio?“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli