Marine le Pen: “valuta naionle per i cittadini, euro per le multinazionali”

Annunciata la probabile squadra di governo, con Nicolas Dupont-Aignan come premier, la candidata del Fronte Nazionale alla presidenza francese, Marine le Pen, ha spiegato alcuni dei suoi punti per quanto riguarda la sua politica economica.

In un’intervista al quotidiano le Parisien ha annunciato, in caso di vittoria domenica prossima, invece dell’euro di voler proporre una valuta per la spesa corrente per i normali cittadini. La valuta europea dovrebbe valere solo per le grandi compagnie che commerciano con l’estero.

Secondo le Pen: il patriottismo economico si ottiene “attraverso un protezionismo contro la concorrenza internazionale sleale e attraverso il recupero di una valuta nazionale per la nostra economia e per aumentare la nostra competitività”.

Altri punti propri del programma di Marine le Pen sono una precedenza delle leggi francesi su quelle europee e la sovranità del territorio francese oltre all’uscita da Schengen.

Ha continuato le Pen: “La sovranità monetaria e budgetaria sono necessarie perché non c‘è stato senza valuta. La sovranità economica è necessaria per difendere l’economia nazionale”.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità