Marino: "Pd ha tradito i propri valori"

webinfo@adnkronos.com

"Penso che con questa alleanza con M5S, il PD abbia tradito i propri valori". Quattro anni dopo il suo allontanamento dal Campidoglio, l’ex sindaco di Roma Ignazio Marino a 'Piazzapulita' parla del Partito Democratico, di Matteo Renzi e dell’attuale alleanza con il M5S.  

Intervistato da Luca Bertazzoni, Marino non risparmia le critiche alla passata (e presente) dirigenza del Partito Democratico. "Renzi ha allontanato un sindaco democraticamente eletto, di conseguenza il Pd ha iniziato a perdere elezioni a Roma e successivamente in buona parte del Paese. E' chiaro che se un leader di un partito che ha raccolto l'eredità della classe operaia e la responsabilità di difendere i più deboli, poi l'abbandona completamente, non è una sorpresa che poi l'elettorato abbandoni lui". 

Quanto al nuovo corso del Pd con Zingaretti, "se uno si presenta agli elettori e dice che non entrerà mai al Governo con personaggi che hanno preso certe decisioni, poi dopo un mese lo fa, questo modo di fare politica pensa che i cittadini siano degli idioti". Quindi la stoccata finale: "In questo momento l'unico progetto dei partiti che siedono in Parlamento è quello di tenersi la poltrona il più possibile, il Paese poi se la caverà".