Mario Balotelli e l'accusa di violenza sessuale: spuntano le telefonate con la ragazza

Francesco Manno

​L'attaccante del Brescia,​ Mario Balotelli,  è accusato di violenza sessuale da  una giovane vicentina. Il calciatore, a sua volta,  accusa la ragazza di essersi i nventata tutto per ottenere in cambio dei soldi. I due avrebbero consumato il loro rapporto in un locale a Nizza. Mario Balotelli non ha mai negato l'incontro con la giovane, ma ci tiene a ribadire di non avere fatto nulla contro la sua volontà e di avere sempre creduto che fosse maggiorenne.


FBL-ITA-SERIEA-JUVENTUS-BRESCIA

Ecco il racconto della ragazza ai carabinieri come si legge su calciomercato.com: 


"Gli ho chiesto di smetterla, ma lui ha continuato. Ha smesso solo dopo che l'ho ripetuto più volte. Il giorno dopo ero ancora sotto choc e sono stata ricontattata da lui, che mi ha chiesto di andare al più presto in una farmacia per assumere una pillola contraccettiva. L'ho assecondato, ero molto scossa e spaventata. Ero minorenne, il medicinale è stato acquistato da una mia amica che aveva già 18 anni. In seguito gli ho spedito la foto della pillola che avevo ingerito come mi aveva chiesto di fare".

FBL-ITA-SERIEA-JUVENTUS-BRESCIA

Nelle telefonate, come riporta l'edizione on line del Corriere della Sera, che ci sarebbero state tra la ragazza vicentina e il giocatore sono emersi altri particolari. In alcune queste la voce sembra essere proprio quella di Balotelli. In uno degli audio la ragazza dice al calciatore: "Non posso dire niente a mia mamma o a mia zia, io sto male. Ti dicevo sempre di smetterla e non ce la facevo...". Balotelli le risponde così: "Dopo tutto questo tempo vieni a dirmi queste cose? Se con quell'atto lì ti ho fatto male, non era per farti male. Magari non me ne sono reso conto, quindi se è così ti chiedo scusa ma di sicuro non ti ho obbligata. Non è vero, non ti ho picchiata. Quando ti ho vista che ti faceva male ho smesso".