Mariupol, nuovo ultimatum della Russia a Kiev

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Kiev, 20 apr. (Adnkronos) – Un nuovo ultimatum è arrivato nelle scorse ore dal ministero della Difesa russo per la resa dei combattenti ucraini che resistono nella città assediata di Mariupol, nell'acciaieria di Azovstal. La Russia, ha riportato il Guardian dando notizia di una dichiarazione diffusa alle prime ore di oggi, afferma che "ancora una volta" offrirà all'Ucraina la possibilità di "smettere di combattere e deporre le armi" dalle 14 di oggi, ora di Mosca (le 13 in Italia).

Intanto bombardamenti sono stati segnalati nelle scorse ore nella città di Mykolaiv, nel sud dell'Ucraina. "Di nuovo esplosioni a Mykolayiv", ha denunciato via Telegram alle prime ore di oggi il sindaco della città, Oleksandr Syenkevych, che ha esortato gli abitanti a mettersi al riparo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli